Presentazione EXIT

Ciò che sta succedendo, succede perché il nostro teatro accetta le modalità d’azione di una società omicida, e le fa apparire meravigliose, fa gran caso alle banalità in una vita di tribolazioni, fa apparire tollerabile l’intollerabile,
fa sembrare la vita piacevole e divertente, e regala facili risposte. E quando mi chiedo perché il pubblico permetta che tutto ciò accada, mi accorgo tristemente che è proprio perché la vita che viviamo sta diventando insopportabile;  e l’inganno delle scene è una consolazione, anche se nessuno ci crede. Ma la gente preferisce far finta che sia vero, perché può dirsi che ‘allora le cose forse non sono tanto brutte’. E così il teatro del nostro tempo diventa un luogo di frode e di travisamento. Quel che succede lì è inganno, per chi ama essere ingannato. Se vuoi vedere la verità, devi essere pazzo, abbastanza pazzo da affrontare l’orrore.    (Julian Beck, Meditazione 11, anno 1963)

Così scriveva Julian Beck nel 1963. Da questa premessa, da questa provocazione vogliamo partire per costruire un percorso, un viaggio che vuole contaminare, scoprire il nostro io più profondo, ricercare, sperimentare i linguaggi, gestire le emozioni… uscire dagli stereotipi dei meccanismi convenzionali.

Tutto questo è….. EXIT… Uscire… Uscire per ricercare, per trovare… uscire per scoprire, per vivere, per esplorare. Sì, esplorare. EXIT è l’acronimo di…. EXplorare In Teatro. Esplorare appunto per capire, per conoscere. Ma cosa vogliamo esplorare?

EXplorare te Stesso

EXplorare nel Lavoro

In Teatro

Per chiudere, citiamo un estratto della nostra intervista a Carlo Infante, esperto di multimedialità, presidente di «Urban Experience». Con lui e altre personalità, abbiamo partecipato come relatori al convegno su “Performing media. Teatro e nuove tecnologie”, organizzato nel 2013 al DAMS di Bologna: “La cultura è nel divenire, la cultura è legata alle dinamiche della trasformazione, la cultura serve per poterci dare le chiavi per interpretare il mondo esterno. Questa è la cultura. La cultura è mantenere il fuoco, e non conservare le ceneri”.

Tutto questo è EXIT